Società di gestione del risparmio - SGR

 Le SGR   sono regolamentate dal Testo unico della finanza (decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58), oggetto di continue modifiche e integrazioni, nel quale sono confluite diverse disposizioni comunitarie, tra cui le principali sono:

  • la Direttiva 2009/65/UE  del 13 luglio 2009 (Undertakings for Collective Investment in Transferable Securities Directive) relativa ai coordinamento delle disposizioni in materia;
  • la Direttiva 2011/61/UE  dell'8 giugno 2011 (Alternative Investment Fund Managers Directive) relativa agli organismi di investimento alternativi, e le disposizioni di dettaglio contenute nel Regolamento (UE) 231/2013 del 19 dicembre 2012.

Ulteriori due disposizioni comunitarie, il Regolamento (UE) 345/2013 (EuVECA) e il Regolamento (UE) 346/2013 (EuSEF) del 17 aprile 2013 hanno diisciplinato i fondi europei per il Venture Capital e quelli per l'imprenditoria sociale..

Il Ministero dell'Economia ha inoltre emanato criteri generali sull'attività delle Sgr con Decreto n. 30 del 5 marzo 2015.

Relativamente ai fondi alternativi l'Esma ha emanato Guidelines on key concept of the AIMFD (ESMA/2013/611 del 13 agosto 2013).

La Vigilanza sulle Sgr attribuita dal Testo unico alla Consob e alla Banca d'Italia che hanno emanato una serie di disposizioni e regolamenti di attuazione:

 La Consob ha istituito la Camera di conciliazione e di arbitrato con Regolamento n° 18275 del 18 luglio 2012, di attuazione del D.Lgs. 8 ottobre 2007 n° 179.